7 domande da fare quando non sei soddisfatto del tuo mutuo

17 Mag 2022 - acquisto casa all'asta, finanziamenti, interessi e tassi, mutui, Predelibera, surroga

7 domande da fare quando non sei soddisfatto del tuo mutuo

In un precedente articolo abbiamo risposto alle più comuni domande che si pone chi vuole accendere un mutuo (leggilo qui: “9 domande da farti prima di accendere un mutuo”).

Questa volta vogliamo invece dare delle risposte a chi ha già in atto un finanziamento, ma non ne è contento. Rispondiamo alle 7 domande che ti fai quando non sei soddisfatto del tuo mutuo.

IL MUTUO CONCESSOMI ANNI FA NON È VANTAGGIOSO RISPETTO ALL’ATTUALE MERCATO. COSA POSSO FARE?
Puoi richiedere la rinegoziazione commerciale del mutuo in essere presso la tua banca, o puoi optare per la surroga.


UN’ALTRA BANCA MI OFFRE CONDIZIONI PIÙ VANTAGGIOSE. POSSO CAMBIARE ISTITUTO DI CREDITO?
Sì, è un tuo diritto, ed è gratuito. Puoi trasferire il tuo mutuo presso un’altra banca richiedendo la suddetta surroga.

Scopri di più sulla surroga qui (clicca).


QUALI SPESE AGGIUNTIVE VANNO CONSIDERATE ALL’INTERNO DI UN MUTUO?
Oltre a quanto richiesto all’istituto di credito vanno considerati gli interessi pattuiti sulla cifra suddetta, le spese di istruttoria della pratica, le spese di perizia, le spese notarili, e il costo dell’imposta sostitutiva di bollo.

Scopri di più sul nostro servizio qui (clicca).


MI INTERESSA UNA CASA ALL’ASTA. POSSO ACQUISTARLA CON UN MUTUO?
Sì. Acquistare una casa all’asta giudiziaria può essere molto conveniente per una serie di motivi.

Scopri di più sull’acquisto casa all’asta qui (clicca).


HO CONTRATTO TROPPI DEBITI E SONO IN AFFANNO CON LE VARIE RATE. COME POTETE AIUTARMI?
Puoi richiedere il Mutuo per Consolidamento Debiti, che ti consente di riunire tutto in un’unica rata e persino offrirti nuova liquidità.

Scopri di più sul Consolidamento Debiti qui (clicca).


HO UN MUTUO COINTESTATO. COSA ACCADE IN CASO DI SEPARAZIONE?
I due coniugi dovrebbero trovare un accordo che stabilisca chi dei due si accolli il rimborso del debito restante, in modo che l’altro possa essere liberato dal contratto. Senza tale accordo serve l’intervento del giudice.
In alternativa gli ex coniugi rimangano coobbligati in solido; o si può optare per la vendita dell’immobile per estinguere il debito.


NON SO DESTREGGIARMI TRA TASSI E FORMULE PIÙ CONVENIENTI, COME POSSO INFORMARMI?
Puoi fissare un appuntamento senza impegno con un consulente MutuOn. Valuteremo la tua richiesta in rapporto alle tue possibilità economiche/familiari, e potremo già indicarti la soluzione più adatta. Qualora la pratica fosse respinta dall’istituto di credito, o tu non volessi più portarla avanti, non avrai nulla da corrisponderci.



Inserisci le parole che vuoi cercare e clicca invio